Una giunta sfinita : votare contro per andare oltre

 “ Speriamo che fuori sia meglio “

 Mi riprendo ora dalla lunga nottata in consiglio, finita alle 2.30 di stamane. Già questa una vergogna, voluta dal sig. Spagnolli, che voleva chiudere a tutti i costi la giunta infischiandosene nell’ordine :

 1)      della poca democrazia nel far decidere e discutere 50 persone sul programma delle Giunta, non su quisquiglie, alle 2 di notte, fra sbadigli ( anche del sindaco ) e crisi di fame.

2)      delle finanze comunali e generali, in quanto dopo la mezzanotte è scattata la seconda seduta con doppi gettoni di presenza  ( fate voi i conti!)

3)      del fatto che magari alcuni di quel Consiglio lavorano e anche se la giornata poteva essere pagata, per  rispetto verso colleghi e  senso del dovere, molti sono andati al lavoro.

 Perché iniziare la seduta alle 19.30 ? Per sfinire i consiglieri ? Per evitare alla stampa il dibattito consigliare ? Per la vergogna di far vedere anche “fuori” dalla sala la pochezza della proposta programmatica del Sindaco ? Saperlo!

 Qui nessuno da spiegazioni, esiste un potere assoluto che tutto decide.

 Scarsa sensibilità e prepotenza a parte, perché tanta fretta di concludere da parte del sindaco ?

 La sensazione è che la  maggioranza della giunta composta da :

 1)      quella vera ( elettorale ) conta 27 consiglieri ( +/- Pagani; ++/- i Verdi)  

+

2)      quelle ombra : UDC e Unione , che non si capisce bene come , quando, dove e chi ma di fatto votano sempre con la maggioranza e della stessa fanno o faranno parte;

 sia ampia numericamente, ma assai inquieta al suo interno soprattutto nella parte ex o fu eco sociale.

 Il discorso di Pagani sembrava il pensiero di Cesare dopo che fu  colpito da Bruto “ Tu quoque ….“, una vera e propria ode contro i barbari, traditori e incoerenti, bugiardi e irriconoscenti; ma alla fine , colpo di scena , prevale il senso di responsabilità e …vota a favore della giunta.

Anche l’intervento della Foppa dei Verdi non sprizzava gioia da tutti i pori, ma alla fine anche qui prevale la tanto sbandierata responsabilità. 

Vedremo.

 Certo il programma della Giunta presentato dal Spagnolli è testimone di quanto poco in maggioranza si sia parlato dei temi della città e che per contentare tutti ( soprattutto la SVP) alla fine non si sia detto praticamente nulla, se non vuote enunciazioni : il tipico tema in classe tra il 5/6 messo giù giusto per non rischiar nulla.

Tante belle frasi :  Bolzano è la città più bella del mondo, più ecologica e dove tutti si vogliono bene.

L’isola che non c’è è stata scoperta e Peter Pan riposi in pace.  Amen.

 A onor di verità Gigi ha promesso che entro 100 giorni la Giunta presenterà  linee programmatiche in maniera ben più dettagliata. Vedremo.

 L’ampio e notturno dibattito seguito alla presentazione ha ribadito,da parte delle opposizioni la pochezza del programma , la scorrettezza di far decidere sulla giunta presentando 4 fogli mal scritti.

Racconterò in un altro momento in dettaglio le argomentazioni sui singoli temi diciamo sfiorati dal documento e su altri addirittura assenti.

L’opposizione per altro continua a mostrare le crepe pre-elettorali, evidenziate al momento della proposta dei candidati di opposizione per la Presidenza del Consiglio.

Mentre la maggioranza  appare invece compatta nella filosofia di fondo : “ chi vince, piglia tutto” e lasciando quindi da parte garanzie democratiche e qualsiasi forma di diciamo “eleganza istituzionale”. Piglia tutto: presidenza e vice presidenza , che in altre istituzioni ( vedi provincia) vengono lasciate all’opposizione.

D’altronde si capisce: c’è tanto appetito e tante bocche da sfamare e quindi la parola d’ordine è : occupazione massiva di qualsiasi fetta di potere.

 Alle 1.15 ho fatto il mio primo discorso, non so se più emozionato o assonnato, in un aula distratta, con difronte a me il sindaco che sbadigliava. ( allego mio intervento).

In sintesi ho votato contro questa maggioranza sia per come che per cosa.

Sia per come ci si è arrivati , trascurando competenze, promesse, scelte degli elettori; sia per i contenuti, che non sono quelli inesistenti del Documento di Programmazione, ma quelli annunciati nella precedente legislatura, della quale questa vorrebbe essere la fase esecutiva. Contenuti precedenti ( Pum, Masterplan, Progetto Bolzano Co2 neutrale) che già non ci erano piaciuti al momento della loro enunciazione.

 Se c’erano dubbi, il discorso finale del Sindaco Spagnolli  me li ha tolti, inneggiando alla presenza delle gru in città come segno di benessere della città, affermando che le macchine vanno tolte dal suolo e messe sottoterra e ,udite udite, esprimendo il desiderio che il consiglio comunale diventi come un’ azienda privata, dove non siamo dipendenti ma tutti azionisti !

L’unica piccola gioia è stato quando il S.S. ha promesso che il consiglio verrà reso fruibile per i cittadini e si potrà interagire on line; l’ha detto veramente  oppure mi sono appisolato un attimo e ho sognato un’altra realtà?

 Staremo a vedere, noi certamente lo incalzeremo su questi temi.

Per ora chiudo non dimenticando di dirvi che il consigliere Rizzolli è stato surrogato dalla consigliera Sylvia Hofer… e buona notte.

Almeno questo triste , qualcuno dice inevitabile prologo è  finito, spero che dalla prossima si comincerà a parlare della città.

 Alla prossima

 C.Vedovelli                                                                                                                                                       11.6.2010

Annunci

7 Responses to “Una giunta sfinita : votare contro per andare oltre”


  1. 1 Stefano Mascheroni 18 giugno 2010 alle 17:20

    Caro Claudio,
    come Presidente di Cittadinazattiva, un movimento di partecipazione civica che pone veramente il “cittadino” al centro, e che lo sollecita ad essere fonte di idee e proposte e denunce dei malcostume dilagante, guardo con interesse lo slancio con il quale vuoi coinvolgere il cittadino nelle decisioni della politica.

    Su questo punto trovi un alleato.

    Un alleato che è e resta libero e non si schiera, ma che sa, attraverso i suoi associati ed a quanti ci seguono costantemente e con i quali parliamo, quanto sia delicato questo momento per la politica che l’assenteismo conferma essere in costante perdita di credibilità, e quanto sia delicato il momento per la Città di Bolzano che adesso, con molte meno risorse, dovrà risolvere le “cose per il bene comune” con altre strategie.

    Noi non siamo un partito politico e non vogliamo esserlo.
    Siamo però un movimento che fa politica in quanto sostenitore e propositore di idee, progetti, leggi e quan’altro che può servire alla nostra città/provincia.

    Se i cittadini saranno coinvolti in prima persona noi ci saremo per sostenere l’iniziativa.

    Al Sindaco Spagnolli abbiamo avuto modo di dire più volte quanto sia necessario rendere effettivo il fatto che è il Comune ed i suoi apparati che sono al servizio del cittadino e non il contrario.

    Nella libertà di espressione e di partecipazione che ti citavo sopra, ti seguo e ti seguiamo.

    ciao
    Stefano Mascheroni
    Presidente Cittadinanzattiva Alto Adige
    Tribunale per i Diritti del Malato

  2. 2 Lorenzetti 16 giugno 2010 alle 12:59

    Da Spinoza (un blog serissimo)

    Enrico Letta: “Il Pd è come il pesciolino Nemo”. Una creatura di fantasia.

    (Il paragone non è così campato in aria: Nemo ha la parte sinistra atrofizzata, boccheggia e sta in un acquario mentre altri cercano di risolvere i suoi problemi)

  3. 3 guido margheri 14 giugno 2010 alle 08:47

    Solo per la precisione: la seduta è stata posticipata alle ore 19.30 in quanto il Regolamento del Consiglio prescrive che il materiale relativo ai punti in discussione sia consegnato almeno 24 ore prima della trattazione degli argomenti a tutti i consiglieri. Se non si fosse fatto così qualsiasi Consigliere che avesse ricevuto il materiale alle ore 18.01 del giorno prima avrebbe potuto far saltare la seduta. E’, purtroppo, già successo altre volte! Sono tra queli che prende sul serio il dibattito anche alle 2 di notte e anche senza giornalisti (nel senso che ascolta quasi tutto e interviene), quindi, la decisione di concludere la seduta a oltranza non mi è sembrata scandalosa. Si è guadagnata una settimana per l’operatività della giunta e, quindi, dell’amministrazione e si è guadagnato tempo per la surroga dei consiglieri subentrati agli assessori e, quindi, per l’inizio del lavoro delle commissioni (che sono molto importanti soprattutto per l’opposizione). Se si fosse andati a martedi, si sarebbe, dovuto fare un’altra seduta per la successiva surroga dei consiglieri e quindi l’argomento del doppio gettone (questa volta) non esiste. L’eleganza nei confronti delle opposizioni non c’è stata per la semplice ragione che, fino ad ora, in Comune, a differenza che in Provincia (te ne accorgerai) le opposizioni di Destra non hanno quasi mai (salvo rarissime occasioni) assunto rapporti “normali” con la maggioranza. Vedremo in seguito. Nonostante la vis polemica il tuo intervento conteneva anche cose condivisibili (e condivise) da gran parte della maggioranza. Penso che si potranno realizzare. Comunque, la riduzione della Giunta è una realtà. Buon lavoro.

  4. 5 olga 13 giugno 2010 alle 19:25

    bene, continua cosi!


  1. 1 Una corsa veloce e poi una lunga pausa « Lista 5 stelle Bolzano Trackback su 16 luglio 2010 alle 21:50
  2. 2 Una corsa veloce e poi una lunga pausa « Claudio Vedovelli Trackback su 18 giugno 2010 alle 13:38

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: