Tutto il consiglio minuto per minuto 4 – giovedì 08.07.2010

I giornali avevano annunciato che ci sarebbe stato dibattito sulle “parolacce” del vice presidente del Consiglio Comunale Degli Agostini ( IdV) al Presidente del Consiglio Berlusconi ( PdL),  la serata si annunciava piccante, ma il consigliere Degli Agostini ha pensato  bene di andare al mare e quindi la serata  è stata rinviata al suo ritorno per dare modo al Degli  Agostini di “difendersi”.

Personalmente non credo che il tema interessi molto i cittadini e che il tutto faccia parte del teatrino della politica e serva a dimenticare e a non parlare dei veri argomenti da affrontare.

Vedremo se il consigliere Degli Agostini manterrà lo spirito libertario e la libera scelta di cui si vanta quando si affronteranno i temi locali.

Interessante invece e poco teatrale l’argomento introdotto dal consigliere Pagani e dal consigliere Tagnin sul tema delle licenze commerciali ai Podini. Non convinceva la scelta della Giunta di concedere a Podini quello che invece era stato negato ad altri e si paventa il rischio di lunghe querelle legali con rischio di risarcimenti e quindi di indebolimento delle casse comunali, che già paiono esangui.

Il sindaco ha difeso decisamente la scelta della Giunta, sostenendo di essere un fautore del commercio di vicinato ( negozi che vanno in effetti scomparendo) ma di dover fare invece scelte , come quest’ultima, che rappresentano vere e proprie sentenze di condanna a morte dello stesso. La colpa, ha detto Spagnolli, è della Provincia, che fa leggi non chiare, e il Comune si deve adeguare: “ non siamo noi che decidiamo, noi siamo degli applicatori di leggi”

Nessun accenno a come sostenere il tanto, a parole, amato commercio di vicinato, né un solo accenno ai gruppi di acquisto solidale.

La posizione della Lista 5 stelle è ben sintetizzata dallo scritto dal titolo “Negozi di vicinato – de profundis” del Consigliere Alberto Filippi, che potete leggere a questo link.

Per il resto la seduta è stata dedicata alle ultime surroghe ( = sostituzione di consiglieri che eletti, sapevano già di non restare, difatti se ne sono andati). Di tutta la banda di consiglieri provinciali e  parlamentari rimane in carica con doppio mandato soltanto l’on. Biancofiore, che però nelle ultime riunioni del consiglio non si è vista.

Infine si è passati al tema delle commissioni consiliari. Le commissioni dovrebbero essere, secondo statuto, organi in cui si discutono i problemi e si indica una soluzione, dovrebbero essere di supporto al vero centro decisionale che è il Consiglio comunale.

Pare non sia proprio così e che di fatto nelle Commissioni si decida quasi tutto e il Consiglio, come talvolta abbiamo visto dall’alto, sia solo un palcoscenico con spettacoli già fuori cartellone.

Ecco l’importanza di esserci.

In sintesi Sindaco e centro sinistra confermano la loro voracità e in pratica si prendono tutto il banco, assicurandosi la presidenza di tutte le commissioni e un rapporto maggioranza e opposizione sproporzionato, che in alcune commissioni , le più importanti, sarà di 7 a 3, e in altre , le meno importanti di 6 a 4.

Nella precedente legislazione le presidenze erano divise con l’opposizione e il rapporto nelle commissione era di 5 a 4.

Tutto regolare, tutto politicamente chiaro: hanno  vinto e si pigliano tutto, anche perché le bocche da sfamare sono tante e gli animi non ancora quieti.

Per il resto : miseria e miseria. Rimango letteralmente allibito.

 Credo sia diritto della maggioranza di governare ma anche di assicurare un confronto e una discussione seria: non so se questo è garantito da questo sistema.

Sarà importante esserci almeno per capire cosa succede e come vanno le discussione e quali temi si affrontano.

Noi della Lista 5 stelle dovremo incontrarci con gli altri dell’opposizione e dividerci lo “scarso bottino”.

Sarà importante comunque sapere, e che tutti i cittadini sappiano, cosa succede nelle commissioni e garantire ai cittadini la massima trasparenza su argomenti come l’ urbanistica, la mobilità, la gestione del patrimonio, la tutela del paesaggio ecc ecc.

Le commissioni sono 10,  erano 14.  Alcune mettono insieme competenze completamente diverse, ma la competenza non mi pare sia granchè tenuta conto nelle varie spartizioni.

Penso alla commissione Ambiente e mi chiedo di che tratterà quando temi come urbanistica, mobilità, inceneritore,  tutele paesaggistiche ecc. sono in mano ad altri.

La prossima seduta del Consiglio Comunale  sarà giovedì 15 luglio alle ore 18. Le sedute sono pubbliche e si può assistere dal loggione al 3 piano del palazzo comunale, ingresso piazza Municipio.

Alla prossima

Claudio Vedovelli

Annunci

5 Responses to “Tutto il consiglio minuto per minuto 4 – giovedì 08.07.2010”


  1. 1 teresa tomada 27 luglio 2010 alle 21:04

    gentile signora Valeria, sono d’accordo con lei. COn l’assegno ci avevano raccontato che sarebbero stati risolti tutti i problemi e non è vero niente. Basta chiedere a chi ha un anziano ricoverato in casa di riposo o al lungodegenti..peggio ancora se sta a casa e bisogna pagare badante, affitto, spese ecc… Mentre l’organigramma di ASSB si gonfia sempre più , tutti a parole nei corridoi mi dicono che sarebbero d’accordo nell’istituire un organismo di controllo intermedio ( di fatto l’assessore e il direttore di ASSB fanno tutto , d’accordo loro gli altri contano zero). Poi quando si arriva al dunque fanno tutti finta di niente. Sulle strutture per disabili poi potremmo scrivere un libro, basta ricordare la vergognosa vicenda del centro di via Fago, ancora non finito..però i milioni di € per altre cose si trovano sempre, chissà perchè, ma se dico queste cose sono populista e demagoga…lo considero un complimento, ma visto come sono andate le ultime 3 elezioni locali e visto che iol 45% dei bolzanini aveva di meglio da fare il 16 maggio, temo che non cambierà mai nulla, anzi aumenterà la disperazione e la solitudine di persone come Lei.

  2. 2 Valeria 27 luglio 2010 alle 18:30

    Infatti siamo veramente stanchi di sentir parlare solo di toponimi…e ai problemi seri della gente chi ci pensa? Chi pensa a migliorare le condizioni di vita dei disabili inseriti nelle strutture dell’ASSB, dove hanno tagliato l’assistenza ai disabili (anche se spergiurano che non è vero!) e assunto dirigenti nell’Azienda e altro personale nei distretti!!! Ci sarebbe da riorganizzare il tutto perchè il settore dell’handicap è lasciato in mano a persone non competenti!! Ma questo non interessa nessuno, anzi è fastidioso sentir parlare di handicap eppure….tutti potremmo essere coinvolti prima o poi….Ovviamente sono di parte perchè ho figlia disabile intellettiva…che voglio, dico voglio, possa crescere serenamente e avere i diritti che le spettano!! Con la scusa dell’assegno di cura (che noi familiari dobbiamo restituirne la gran parte visto che i ragazzi frequentano i laboratori e/o convitto) si sono lavati le mani i politici e hanno messo assieme anziani e ragazzi disabili dove ci sono invece molte differenze, a partire dal lato economico, visto che molte persone anziani hanno un loro reddito e invece i nostri ragazzi saranno per tutta la vita sulle nostre spalle….
    Scusi lo sfogo….ma non si può sempre ingoiare tutto….

  3. 3 teresa tomada 26 luglio 2010 alle 20:13

    26.7.2010

    Sindaco annuncia nuovo direttore generale: si tratta del ladino Helmuth Moroder

    Il sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli rende noto che domani, in occasione della seduta di clausura della Giunta comunale alla presenza dei dirigenti apicali dell’amministrazione per un confronto sulla riorganizzazione della struttura amministrativa, sarà ufficializzata la nomina del nuovo direttore generale del Comune capoluogo. Si tratta dell’ing. Helmuth Moroder (ladino), già Consigliere comunale e presidente della Commissione Ambiente e Mobilità del Comune di Bolzano nel precedente periodo amministrativo, direttore infrastrutture Ferrovia Venosta, direttore tecnico della STA (Strutture Trasporti Alto Adige), vice presidente dell’Oekoinstitut Alto Adige e della CIPRA (Commissione internazionale per la protezione delle Alpi) internazionale. Moroder entrerà in servizio a partire dal primo gennaio 2011 andando ad occupare l’incarico di City Manager (direttore generale) che per primo nel Comune di Bolzano è stato ricoperto da Renzo Caramaschi ora in pensione.
    —————————————————————
    Noi stiamo qui a menarcela con i toponimi ( problema molto sentito dalla politica, molto meno dalla popolazione che non ragiona coi paraocchi) ed intanto questi occupano l’occupabile. Per chi non lo sapesse Moroder era consigliere comunale fino a maggio nei Verdi. Molto moderato, sin troppo, d’altronde per fare il dirigente nella STA ( azienda provinciale) non aiuta essere dei veri oppositori. Ormai si può tranquillamente affermare che i Verdi sono un pezzo del regime, fanno solo finta…sono a favore dell’inceneritore, sono a favore praticamente di tutto ciò che ai Verdi di altre regioni fa venire il mal di pancia. L’incarico di city manager era stato ritagliato su misura per Caramaschi, nel frattempo andato in pensione, dirigente preparato e serio , in Comune da sempre , tecnico “puro”…che vergogna! Non replico nemmeno a quanto affermato da “Esternator” il 12 scorso, l’ostruzionismo è una pratica mai attuata ( purtroppo dico io) negli ultimi 5 anni in consiglio….ma vergognarsi, mai?

  4. 4 Aldo 13 luglio 2010 alle 16:56

    Se le presidenze di commissione non sono retribuite e “non hanno potere” allora dategliene una al MoVimento 5 stelle che non nè di destra nè di sinistra! Gliel’ avete forse proposta?

  5. 5 guido margheri 13 luglio 2010 alle 15:32

    Per la precisione: si è passati da 13 commissioni a 10. 6 commissioni hanno un rapporto di 6 componenti della maggioranza e 3 delle opposizioni e 4 commissioni 5 della maggioranza e 4 delle opposizioni. Le uniche commissioni in cui si verificherà il problema sollevato da Vedovelli sono quella del Vice-Sindaco che si occupa di Sport, Patrimonio, attività economiche, turismo, fondazione castelli e partecipazioni comunali e quella del Sindaco che oltre al Bilancio affronterà anche gli affari generali e gli impianti di carattere ambientale (inceneritore, ecc.). Le altre sono abbastanza omogenee e quando affrontano problemi trasversali possono fare riunioni comuni. Per quanto riguarda le Presidenze delle commissioni il ragionamento si può condividere o meno, ma visto che le cariche in questione non sono retribuite e non danno potere, ha a che vedere più che con la voracità con la profonda sfiducia che si è creata nei rapporti tra maggioranza e opposizione per il comportamento spesso poco costruttivo delle opposizioni di centrodestra nello scorso ciclo amministrativo (ostruzionismo, Statuto Comunale, commissione edilizia -che è a parte- e Presidenza Commisione Sport).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: