Scusate il ritardo

Tutto il consiglio minuto per minuto – 5

Consiglio comunale di Bolzano di giovedì 15 luglio 2010.

Scusate il ritardo. Dopo il finale a sorpresa dell’ultima seduta del consiglio comunale ho dovuto tirare un sospiro e rilassarmi per qualche giorno al fine di sbollire la rabbia per come è andata e per evitare ulteriori casi di parolacce all’interno del Consiglio.

 Il fatto è noto : dopo ore passate a schiacciare bottoni per espletare pure pratiche burocratiche, finalmente avevo pensato di aprire uno spiraglio sui veri problemi della città, presentando un’ interpellanza urgente sul tema del parcheggio di via Fiume e via Gorizia, sotto le passeggiate del Talvera.

Il contenuto lo trovate in qs allegato.

Il tema è noto e dibattuto da giorni su tutta la stampa locale.

Ebbene era mia intenzione aprire in Consiglio un dibattito su questo progetto, sul quale si era espresso a favore soltanto il sindaco; avrei voluto capire quali fossero le posizioni e le opinioni dei colleghi consiglieri e se tutta la maggioranza fosse compatta sulle posizioni del sindaco.

 Ebbene, il presidente del consiglio mi ha impedito di presentare la mia proposta, asserendo che il tema non era di particolare interesse e che non esisteva ancora un progetto.  Avrebbe potuto ( dovuto?) chiedere democraticamente alla sala se il tema dovesse essere o meno dibattuto, ma invece ha preferito togliere personalmente la sua maggioranza dall’ imbarazzo di una discussione.

Le affermazioni del sig. Walcher sono in parte discutibili o perlomeno molto personali e in parte non veritiere. Si può discutere all’infinito su cosa sia o meno importante per la città: forse è più importante occuparsi di vice presidenti del consiglio che dicono le parolacce che di pezzi di territorio che appartengono ai cittadini e che vengono distrutti dal cemento?

Certamente esiste un progetto, seppur provvisorio,  molto dettagliato  ed è depositato nelle stanze del Comune. D’altronde il posto scelto è quello, il Talvera è là, le passeggiate anche e le abitazioni limitrofe pure. Comunque sia chi ha visto il progetto è rimasto stupito dalla sua invasività ambientale.

Il Presidente del consiglio sig. Walcher aveva appena finito di definirsi super partes, quando alcuni minuti più tardi ha comunicato questa sua decisione. E’ chiaro che il presidente è stato messo lì per indirizzare e controllare il dibattito come una specie di guardiano della maggioranza.

Faremo di tutto perché in Consiglio si parli dei problemi della città, si riducano le burocrazie, si aumenti la trasparenza, certamente questa vicenda conferma l’impressione che la maggioranza abbia voluto occupare tutti i posti di potere( presidenze), per gestire il dibattito consiliare a suo piacimento.

Una scelta sbagliata, con la quale non esistono super partes e se da una parte uno dice le parolacce, e forse non è il peggiore, l’altro impedisce di parlare.

COMMISSIONI  E’ finalmente finito l’estenuante iter delle commissioni ; come già detto organi solo consuntivi ( dovrebbe essere l’aula consiliare a decidere) ma comunque assai appetite, soprattutto e non a caso quella urbanistica. Noi non abbiamo tenuto un atteggiamento rigido, essendo per noi importante poter acquisire informazioni e poter comunicare con i cittadini.

PROPORZIONALE ABOLITA DA UN EMENDAMENTO DEL COMUNE DI BOLZANO  Abbiamo comunque compreso che tutto è relativo, che quello che in un posto è rigido in un altro è morbido, che una maggioranza rigida, totalitaria, del tipo ” prendo tutto io e me ne vanto”, chiede flessibilità e tolleranza all’ opposizione alla quale ha lasciato le briciole e neppure un posticino di rappresentanza istituzionale.

 Le commissioni avrebbero dovuto rispettare la proporzionale cioè essere formate da 7 consiglieri di lingua italiana e 2 di lingua tedesca; così non è stato. Il Sindaco ha scritto un emendamento che di fatto cambia al volo le regole. Ma esistono ancora delle regole o tutto è emendabile?

Personalmente credo che la proporzionale sia servita fino a 10 anni fa a sanare una situazione precedente; credo che negli ultimi anni sia diventata soprattutto uno strumento di gestione del potere a scapito della professionalità e che quindi andrebbe abolita, in particolare in situazione di bisogno come può essere la situazione sanitaria o quella abitativa.

Detto ciò mi stupisce che proprio chi questa legge difende e applica  con convinzione, in una situazione in cui è obbligato ad applicarla si tiri fuori e auspichi un atteggiamento morbido da parte dell’opposizione.

Noi non siamo entrati in consiglio per impedire che si lavori, siamo entrati per aiutare la città, per contribuire ad un suo buongoverno e non siamo per un atteggiamento ostruzionistico, ma per un’ opposizione propositiva e costruttiva; certamente però ci rendiamo conto che chi ha creato un clima di “qui comandiamo noi” è stato proprio il sindaco e la sua maggioranza, ebbra di un successo elettorale, tale sicuramente nei numeri ma non certo nella rappresentatività dei cittadini visto l’astensionismo al 40% .

Alla prossima , giovedì 29 luglio: si dovrebbe approvare il bilancio consuntivo  2009 e ci dovrebbe essere, presidente Walcher  permettendo, la discussione sul “caso” Degli Agostini – Berlusconi.

Claudio Vedovelli

consigliere comunale lista civica 5 stelle Bolzano

Annunci

1 Response to “Scusate il ritardo”


  1. 1 Brigitte 21 luglio 2010 alle 21:29

    caro claudio,
    capisco la tua perplessità – la condivido. Sentir dire “non è un problema urgente della città” per noi nuovi è stato davvero sorprendente (per usare un eufemismo).
    Sul parcheggio non ho niente da dire (in quanto sostengo la petizione).
    Ma voglio replicare alle tue osservazioni sulla proporzionale. Perché non è proprio andata così come al butti giù tu (posto che ci sono problemi molto più importanti da risolvere, in ogni caso). C’era da decidere se applicare la proporzionale commissione per commissione o all’insieme delle commissioni. Ora possiamo discutere a lungo se la proporzionale ha senso (il mio partito è da decenni che dice che un buon bilinguismo sarebbe preferibile alla proporzionale). Ad ogni modo io sono contenta se nella “mia” commissione (che poi è anche la tua) mobilità ci saranno un po’ di persone che si interessano di traffico, di ambiente, di come migliorare le cose in città – e per la lingua ci arrangeremo in qualche modo. Preferisco questa situazione a una in cui ci sono, in perfetta proporzionale, 6 italiani e 3 tedeschi… e che se ne infischiano di tutto. Perché quella sarebbe una situazione che la nostra storia comune dovrebbe aver superato da tanto ma tanto tempo.
    Ciao e buon lavoro a tutti noi
    brigitte foppa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: