Esserci o non esserci: è questo il problema?

Il problema Biancofiore nasce da un errore di fondo, che è quello della possibilità di candidarsi in istituzioni diverse contemporaneamente. 

I cittadini devono sapere che chi voteranno, si impegnerà nella sede nella quale è stato scelto. Sono contrario alle doppie candidature. 

Non solo Biancofiore, ma diversi candidati, si sono presentati alle comunali avendo già incarichi istituzionali, per poi ovviamente dimettersi per Provincia e Parlamento. Queste sono prese in giro dei cittadini. Questo è un sistema di raccolta voti, che nulla ha a che vedere con la rappresentanza.

 La differenza, rispetto ai molti altri ( Holzmann. Urzì. Artioli ecc.) sta solo nel non essersi dimessa, per chiari motivi di conflittualità interna alla destra berlusconiana o meno. 

Motivi che non ci riguardano e che la deputata Biancofiore dovrà rendere conto al suo elettorato. 

Grave è che se vi sono delle regole (decadenza dall’ incarico dopo 3 o 5 sedute  senza giustificazione) che il Comune non abbia applicato tali regole e ancora ieri, con quella “finta” delibera si permetta delle giustificazioni a posteriori di un intero anno di assenze.

Come spesso accaduto in questo consiglio, alle regole scritte si preferiscono interpretazioni e giochetti di magia amministrativa. 

Molti relatori hanno definito non etico il comportamento della Biancofiore, ma io mi chiedo cosa sia l’ etica di questo consiglio comunale. Modificare delibere seduta stante, cambiare continuamente odg, far “decantare” per mesi le mozioni é forse etico? Magari potrà, grazie a giochetti di “furbi” segretari, essere regolare… ma etico!?

Personalmente credo che il lavoro politico di chi è stato eletto non dipenda dal n° di presenze o meno in consiglio, e dopo 1 anno posso dire che ancor meno questo vale per Bolzano, dove una maggioranza suddita e  ingessata nei fatti, impedisce ogni decisione in libertà di pensiero, permette ad un sindaco di insultare e prendere per i fondelli allegramente il resto del consiglio, di dire bugie e di cambiare a suo piacimento le carte in tavola, dopo avere democraticamente occupato tutti i posti di potere, inventandone pure di nuovi.

In questa situazione  l’ aula è di fatto il teatrino della politica, dove a fiumi di parole, spesso anche critiche all’ interno stesso della maggioranza, si susseguono votazioni di tipo “bulgaro”; dove si passa il tempo su piccole cose e nomine e invece grandi temi ( riforma sociale, rifiuti, cultura, urbanistica ecc.) rimangono fuori dalle porte.

In aula, dove c’è chi viene 5 minuti, “timbra il cartellino” e se ne va, dove spesso i banchi degli assessori sono vuoti, dove si modifica una delibera in assenza dell’ assessore competente e senza tener conto del parere della commissione, dove i pareri delle commissioni contano come la carta straccia, non mi stupisce che regni una certa disaffezione e qualcuno pensi di utilizzare altre sedi e tempi per il proprio lavoro politico. 

 Claudio Vedovelli

P.S1: ieri ero assente alla seduta del consiglio perché di turno in Ospedale. Questo  è un’ altro problema del quale i professionisti della politica non tengono conto: molti in consiglio  lavorano e ricevere le convocazioni pochi giorni prima delle riunioni non permette di cambiare i turni di lavoro, che giustamente in altri enti si decidono mesi prima.

PS 2:Le eventuali giustificazioni io le do ai cittadini pubblicamente, non certo su un anonimo foglietto depositato in segreteria comunale.

Annunci

0 Responses to “Esserci o non esserci: è questo il problema?”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: