Tutto consiglio e altro dal 12 al 18.12.2011

Areale e stazione

Il Movimento 5 stelle ha presentato un’ interrogazione al Sindaco affinchè  il Comune si attivi per portare in aula consiliare il dibattito sull’ areale ferroviario.

 30 ettari di città, un piccolo quartiere, sul quale è giusto che tutti i cittadini dicano la loro. Non si può lasciare il futuro di questo territorio in mano solo ai costruttori e ai politici . L’ assessora all’ urbanistica si agita e continua a sollecitare l’ avvio di una nuova cementificazione. Il futuro della stazione ferroviaria, non è ancora chiaro. 

Il sindaco e la giunta devono creare occasioni di dibattito per tutti i cittadini, momenti di confronto, di espressione di idee, proposte e dubbi.

Alla fine il vicesindaco Ladinser ( il sindaco era assente) si è dimostrato d’ accordo sul fatto che ci debbano essere momenti di informazione alla città.
Sul tema specifico non ha detto nulla , ma ha fatto capire che tutto è ancora fermo al problema del  CDA che la Provincia vuole a 4 e il Comune a 6. Ladinser  ha inoltre riferito che sono in atto studi geologici nella zona che si concluderanno nel 2012 ( non ho capito quale e ne per quali motivi).
Sono intervenuti R. Benedikter che si è detto d’ accordo con la nostra proposta. Sarebbe ora, ha detto, di passare dal progetto Podrecca  ad una discussione sui progetti reali. La stazione deve rimanere nodo fondamentale per la viabilità moderna della città. Il consigliere Filippi ha affermato che fin’ ora la città e i cittadini sono rimasti esclusi dal dibattito . L’ areale e la stazione sono un bene comune di tutta la città, tutti possono goderne  l’ utilizzo. Il cons. Margheri ha affermato che non c’ è accordo Provincia e Comune sul  CdA .

( allega art.31 e intevento Filippi).

Treni

Il cons. Margheri ha sollecitato l’ impegno del Comune e delle altre istituzioni provinciali e comunali nei confronti di Trenitalia affinchè si possano ristabilire dei buoni collegamento ( diretti, senza scambi e anche notturni)  con le tratte a Nord ( verso Monaco) e  a Sud ( verso Roma). Altre amministrazioni in Italia hanno già fatto sentire la loro voce, fin’ora in Alto Adige nessuno si è mosso.  E sì che l’ amministrazione provinciale per altri tipi di treno : treno per turisti del mercatino, treno dell nevi per la Pusteria,  ha mostrato grande iniziativa. Si ha quasi la sensazione che qualcuno possa pensare che meno si usa il treno, più si usa l’ aereo, cercando così di dare un minimo di ragione dell’ esistenza della pista ( in allungamento) di San Giacomo. Il consigliere Della Ratta ha affermato che la situazione è vergognosa , che è la fine del servizio pubblico. Il cons. Lillo si è detto d’ accordo, auspicando però che i treni siano anche decorosi  e soprattutto puliti. Un ragionamento assurdo.

Ladinser ha assicurato l’ impegno della Giunta Comunale.

Aeroporto

Il cons. Benedikter ha portato la discussione sull’ aeroporto di Bolzano e sulla decisione della Provincia di allungare la pista, spendendo diverse migiaia di quattrini ( 18 milioni di euro) : uno spreco scandaloso, in questo momento, dove la Provincia dovrà risparmiare e tagliare 150 milioni di euro a causa delle misure “salvaitalia”.  In AA. Il 90% dei partecipanti ( il 40% dei cittadini sudtirolesi) al referendum avevano votato contro ulteriori finanziamenti all’ aeroporto. Al tavolo della mediazione si era deciso di non ampliare. Invece Widmann e compagni hanno deciso contrariamente, sulla spinta di alcuni imprenditori. L’ aeroporto rappesenta un danno ambientale inutile e l’ ampliamento contradice il piano di riduzione della CO2. Uno studio di Vienna ha certificato che l’ ampliamento dell’a eroporto porterà ad un aumento della CO2 del 3-400% . Uno spreco di denaro pubblico, con pericoli per l’ ambiente e la salute dei cittadini, senza una ricaduta economica, se non per qualche imprenditore. Anche secondo la camera del Commercio attuale raggiungibilità dell ‘ AA è soddisfacente.

IL Comune ha assunto degli impegni sull’ aeroporto e deve fa sentire la propria voce. Per il tram non ci sono i soldi , ma per l’ ampliamento dell’aeroporto sì.

Ladinsere ha risposto che la Giunta Provinciale avrà ponderato la sua decisone, anche rispetto alla compatibilità ambientale e alla sicurezza.  Si augura aerei ecocompatibili (!!!) e poco rumorosi.

Un bagno di cemento e la speculazione che non c’è.

 La seduta del 15.12.2011 è stata un vero show dell’ assessora Pasquali, uno show con un livello di gradimento assai scarso visti i risultati.

Si è trattato di  decidere su alcuni terreni che l’ assessora proponeva di trasformare da verde agricolo a edificabili, in parte per l’ edilizia agevolata ( IPES) e in parte per gli alloggi per il ceto medio.

Come sempre avviene in questi casi è la Provincia che di fatto decide e il Comune è chiamato ad esprimere un parere, che fin’ ora era tenuto in una certa considerazione, ma che con la nuova legge urbanistica diventerà ancora meno vincolante.

Ma i problemi per l’ assessora sono tutti interni alla maggioranza e soprattutto SVP e Verdi si sono messi di traverso su un area posta in via Resia (sul terreno Defranceschi-Mayr, dietro l’ ex lager per intendersi).

Non avendo trovato l’ accordo questa delibera non è nemmeno stata portata in aula. ( Come sempre accade: in aula arrivano solo pacchi sicuri e preconfezionati. Il ruolo del consiglio è ridicolizzato a puro teatrino dell’inutile.  Altrochè gettoni di presenza si potrebbero risparmiare. L’ autonomia di scelta e di pensiero dei singoli consiglierei in maggioranza è abolita, o accettata solo in casi di estrema sicurezza. Questa è la politica!).

Le altre  riguardavano :

  1. Area Cazzanelli : bocciata da tutti. In contrasto con Masterplan, all’interno del cuneo verde

      2.   Con 25 voti favorevoli, 13 contrari e 2 astenuti, il Consiglio comunale ha approvato ieri sera la delibera con cui si concede l’edificabilità all’area nei pressi del bivio Merano-Mendola, approvando il lotto suggerito dall’assessore Pasquali e poco prima bocciato dalla Provincia.

L’ assessora ha annunciato un ricorso al TAR .

    3.   Negata invece l’autorizzazione all’impresa Dalle Nogare a costruire in una zona non compresa nel masterplan oltre il quartiere Casanova 

    4.    è stato dato mandato al sindaco di proporre nella convenzione con la Provincia di poter costruire piccoli condomini per il ceto medio in Vicolo Parrocchia ( sotto la montagna) e in Via  C adorna ( ex campi da tennis. In corso diversi accertamenti giuridici).  Mentre su proposta del cons. Mayr è stata respinto la  proposta di via della Vigna.

 La Provincia ha bocciato in commissione tecnica provinciale sia l’ area bivio merano-Mendola , che l’ area oltre via Resia. Le motivazioni suonano come una bocciatura chiara di qualsiasi piano urbanistico, am anche delle capacità dell’ assessora.

L’ assessora piuttosto irritata ha promesso battaglie e ricorsi, ma parte della sua maggioranza, SVP, ha detto che non se ne fa nulla.

All’interno della serata un episodio storico: Mov. 5 stelle e SVP hanno presentato insieme un emendamento che voleva frenare la speculazione edilizia e fungere da stimolo a una maggiore utilizzo degli alloggi vuoti e sfitti.

Il cons. Filippi ha sottolineato come si continui a parlare di fabbisogno di case senza aver mai fatto uno studio appropriato, utilizzando fonti esistenti e imparziali, si sono invece sempre utilizzati dati di fabbisogno provenienti da fonti interessate o da società con preciso input.

Sulla speculazione edilizia Filippi ha affermato che i prezzi li fanno i grossi imprenditori, che comprano, tengono ferme abitazioni vuote, pur di non far scendere i prezzi.

L’ emendamento ha ottenuto 17 voti a favore , 9 contro e 8 astenuti. su 40 presenti hanno votato in 34. Per un solo voto l’ emendamento ( allegato) non è passato. A favore abbiamo votato noi, il gruppo ecosociale ( 3 verdi, rifondaz,sel, socialistai e IdV), il radicale, 4 voti SVP, un voto gruppo misto, 2 voti pdl.  Contro :  2 UDC,  5 PD , 2 pdl per Berlusconi,  Non votanti:  3 pdl, 1 lega, 1 svp; 1 UDC;  Astenuti  2 svp;  3 pd, 3 gruppo misto

Il commento lo lasciamo ad una frase sul Corriere dell’ AA del 16 novembre : “Per un solo voto invece (17 sì e altrettanti no) non è passato il documento presentato dall’inedita coppia Georg Mayr (Svp) – Alberto Filippi (Cinquestelle), in cui si chiedeva di modificare la norma provinciale in modo da introdurre sanzioni a carico dei costruttori che, dopo aver favore hanno votato gli Ecosociali, l’Idv, parte della Svp e dell’opposizione, mentre il Pd è stato decisivo per affossare la richiesta “

Annunci

0 Responses to “Tutto consiglio e altro dal 12 al 18.12.2011”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: