La Democrazia : bella idea, ma…talvolta da fastidio !

                                                  

Nessuna alleanza, nessun ostruzionismo da parte del Movimento 5 stelle sul nuovo regolamento per il Decentramento in discussione in Consiglio, solo la volontà di approfondire un tema importante come la partecipazione dei cittadini alla vita politica della città.

Le regole non le può fare da solo chi detiene il potere, vanno fatte insieme dopo approfondito dibattito e con la partecipazione dei cittadini. Le regole del gioco non possono essere modificate in corsa.

E’ grave che esistesse un regolamento da 10 anni senza che nessuno si fosse accorto che era indecifrabile (che fanno il segretario e gli assessori del nostro comune?).

La Democrazia diretta va pubblicizzata e fatta conoscere ai cittadini, mettendo loro a disposizione adeguata  informazione. Va portata nelle scuole e nelle case. La Democrazia non può sottostare alle regole di bilanci e al mercato, anzi per la Democrazia diretta  bisogna trovare tempo e risorse per svilupparla:  è un buon investimento.

Stiamo vedendo in questi giorni dove conducono il decisionismo incontrollato nel mito della governabilità : a non vedere più il confine fra interessi pubblici e interessi privati. Ricordiamo sempre che noi  eletti siamo al servizio dei cittadini e non viceversa.

La corruzione è frutto di mancanza di trasparenza, di  partecipazione e mancanza di regole semplici e chiare.

I referendum e la democrazia diretta rappresentano i fondamentali momenti di consultazione dei cittadini sulle azioni della politica. I recenti avvenimenti, anche locali,  dovrebbero farci riflettere  su dove finirà la Politica senza un controllo dal basso.

I quartieri sono i luoghi più vicini ai cittadini dove, aldilà delle ideologie, prevale  il  buon senso e  la buona amministrazione dei beni comuni . Il referendum di circoscrizione ci pare una buona idea, un ottimo strumento per  ridurre la distanza dei cittadini dalla politica.

Il nuovo regolamento,  fatto in fretta e furia , solo per sanare l’ impasse dovuto alla richiesta di due consultazioni di quartiere è alla fine peggio del precedente, non ne  risolve le criticità :  brutto, complesso, altrettanto vago, indecifrabile come il precedente, scritto in vero politichese, che non favorisce la partecipazione dei cittadini ma crea le condizioni per una democrazia controllata completamente dalle istituzioni.

Si  scorge in tutto il documento la paura  della partecipazione dei cittadini e la volontà che a decidere alla fine sia la politica, e in particolare la maggioranza.

I consigli di circoscrizione sono, allo stato attuale, al di là della buona volontà e della passione dei singoli consiglieri, un clone, con poche competenze e nulla decisionalità , del consiglio comunale.  Devono invece diventare  un raccoglitore e un amplificatore delle istanze dei cittadini, non un filtro e un freno alla partecipazione.

La questione del Park Fiume non è solo una questione ambientale, sociale e di buon senso ma anche una questione di democrazia. Una democrazia assente, ove si è deciso alle spalle dei cittadini e  si continua a farlo. Una mobilitazione che dura da più di 2 anni, 6000 firme e il parere contrario della commissione mobilità  non hanno sortito alcun effetto.

Il consiglio di circoscrizione, più volte sollecitato, non ha fatto nulla, costretto al silenzio dagli ordini superiori della maggioranza e ancor oggi non fa nulla, quando il presidente avrebbe dovuto decidere la consultazione dopo 30 gg. dalla richiesta.  Omissioni di atti d’ufficio?  Che devono allora fare i cittadini?

Ora non resta che fermare tutto e consultare i cittadini: con un referendum popolare,  se non lo si vuol fare di quartiere, che sia  cittadino!

Claudio Vedovelli

Consigliere Comunale 5 Stelle Bolzano

Bolzano, 23.10.12

Annunci

1 Response to “La Democrazia : bella idea, ma…talvolta da fastidio !”


  1. 1 Giulio 1 novembre 2012 alle 11:02

    Premetto che mi trovo assolutamente daccordo con l’iniziativa tuttavia devo anche registrare che la determinazione che vi vede schierati ad esempio contro i parcheggi sotto le passeggiate del Talvera mi lascia molto perplesso, o c’è poca partecipazione informata o c’è insufficiente informazione.
    Io non ho mai visto i progetti! Mi piacerebbe sapere quanti di quelli schierati ne sono a conoscenza.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: