Riflessioni

sala comunale m5sOggi venendo al lavoro un simpatico cittadino mi ha detto:“ Siete come la Juventus, in Europa non andate bene”. Il simpaticone mi voleva colpire 2 volte con una botta sola, conoscendo la mia “juventinità” e la mia appartenenza al Movimento 5 stelle .
Avrei voluto rispondergli: “l’ importante è divertirsi anche quando magari stai tagliando il ramo su cui siedi”, o meglio “tutti allegri e felici verso la catastrofe”. Ma invece la battuta ci stava e quindi prendiamo su e andiamo avanti, un po’ ce le siamo cercate e ce le meritiamo.
La delusione per l’ esito delle elezioni europee è, dal mio punti di vista, più legata alle aspettative urlate che al risultato in sé, perchè portare 17 persone oneste,competenti, portavoce dei cittadini italiani nel Parlamento europeo, credo sia di per se un grande risultato e sono certo che i nostri rappresentanti in Europa sapranno ben meritare i voti spesi a loro favore.
Certo non abbiamo vinto, ma questa non è un partita di calcio, questa è battaglia politica e la partita non finisce qui.
Lasciando perdere sospetti di inciuci, spostamenti di voti, interessi di lobby economiche ecc, ai quali lo stupore per un tale inaspettato risultato ha fatto per un attimo pensare, occorre ammettere che la vittoria elettorale di Renzi è stata chiara, e chiara la volontà espressa dai cittadini che hanno votato (molti non lo hanno fatto, e questo è un altro problema!!) ; chi ha vinto indubbiamente ha saputo meglio entrare nella testa (pancia?) dei cittadini, ha saputo cogliere le loro aspettative, le loro speranze.
Poco importa quello che poi realmente succederà, la competizione elettorale si gioca su fragili, sempre più volatili, percezioni psicologiche, legate alle proprie condizioni e alle speranze future.
In questo senso auguro buon lavoro a chi ha vinto, un difficile lavoro, complesso da soddisfare dagli stessi partiti che sono la causa di questa crisi della società italiana.
Inutile ora prendersela con i pensionati, che tra l’altro, ironia fin che si vuole, rappresentano, pensioni d’oro a parte, una delle fascie della società più colpita dalla crisi e in forte disagio. Magari sarebbe stato meglio, senza promettere dentiere o bonus da 80 euro, parlarne dei pensionati, insistere sul bisogno di aumentare le minime e ridurre le pensioni indecenti, invece che minacciare processi e asfaltature, che non piacciono a nessuno.
Il Movimento ha un ruolo importante e continuerà a lavorare come ha fatto finora in maniera egregia in Parlamento, nelle Regioni e nei Comuni: fare opposizione (uno dei cardini della Democrazia), un’ opposizione non ideologica o preconcetta, ma sulle proposte e sui temi,con attenzione e competenza, denunciando privilegi, corruzione e abusi.
Per questo è nato il Movimento, per mettere nelle istituzioni cittadini onesti, per portare dentro le battaglie di fuori e fuori le “schifezze” di dentro e questo dobbiamo continuare a fare.
Grazie all’ impegno degli eletti insieme ai milioni di cittadini attivisti e simpatizzanti, grazie per la loro passione anche in queste elezioni.
Riavvicinare i cittadini alla Politica, pulita e di impegno, questo è un’altro obiettivo del Movimento 5 stelle; Politica, che non si può limitare ad una croce su un simbolo ogni 5 anni, ma il frutto di un costante impegno, sui temi (lavoro, formazione, ambiente e salute), a dire il vero poco presenti nel dibattito politico elettorale e che riguardano al vita quotidiana.
Noi non molliamo.

Annunci

0 Responses to “Riflessioni”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: